Sinner scrive la storia: numero 1 del tennis dopo il ritiro di Djokovic dal Roland Garros

LondonONE radio Sinner scrive la storia: numero 1 del tennis dopo il ritiro di Djokovic dal Roland Garros

Londra (P.B.O) Il 4 giugno 2024 è una data storica per il tennis italiano e per Jannik Sinner, che ha raggiunto il primo posto nella classifica mondiale. La sua scalata è iniziata il 12 febbraio 2018, quando a 16 anni ha conquistato il primo punto ATP battendo Aryan Goveas in un torneo ITF a Sharm el-Sheikh. A quel tempo era classificato 1592.

Il 27 agosto 2018, Sinner è entrato nei primi 1000 del mondo (891) grazie alla finale ITF dell’Italy F23 a Santa Caterina Valgardena, e a ottobre è salito al 778 dopo aver raggiunto gli ottavi di finale al Challenger di Ortisei. A fine anno era già 551. Nel febbraio 2019, grazie alla vittoria al Challenger di Bergamo, ha raggiunto la posizione 324.

Il 29 aprile, Sinner è entrato nei primi 300 del mondo con la sua prima vittoria nel circuito ATP a Budapest, salendo al 298. Il 22 luglio 2019 era 199, dopo il secondo turno all’ATP 250 di Umago e il successo agli Internazionali BNL d’Italia. L’ascesa è continuata e il 28 ottobre è entrato tra i primi 100 del mondo (93).

Il 12 ottobre 2020 è diventato il numero 46 al mondo. Nonostante la pandemia, ha raggiunto i quarti di finale al Roland Garros e il 16 novembre era 37, dopo aver vinto il suo primo titolo ATP a Sofia. Nel 2021 è entrato tra i primi 30, raggiungendo la finale del Masters 1000 di Miami e il 1 novembre era tra i primi 10 (9).

Il 10 aprile 2023, Sinner era numero 8. Dopo una stagione di assestamento nel 2022, nel 2023 ha ripreso la sua corsa e il 14 agosto è salito al sesto posto, dopo aver vinto il suo primo Masters 1000 a Toronto. Il 2 ottobre, dopo la vittoria a Pechino, è diventato numero 4, e il 19 febbraio 2024 è salito al terzo posto. Il 1 aprile, vincendo il Masters 1000 di Miami, è diventato numero 2 al mondo.

con il ritiro di Djokovic dal Roland Garros, Sinner è diventato il numero 1 al mondo.

Il 10 giugno la classifica ATP ufficializzerà il nuovo ranking, segnando il culmine di una straordinaria scalata durata sei anni. Jannik Sinner è diventato ciò che il tennis italiano ha sempre sognato.

Diventare numero uno è il sogno di tutti, ma mi dispiace che Djokovic si sia dovuto ritirare; gli auguro una pronta guarigione. È un momento speciale per me e sono felice di condividerlo con chi mi guarda, specialmente in Italia, e con il pubblico parigino e il mio team.

Raggiungere la semifinale al Roland Garros è una grande soddisfazione, soprattutto dopo una partita difficile contro Dimitrov. Sono contento della mia performance, solida nei primi due set, anche se ho avuto un calo nel terzo.

In conferenza stampa, ho espresso la mia felicità per il numero uno in classifica, frutto di tanto lavoro. Sono concentrato sulla semifinale di tra due giorni. Essere il primo italiano numero uno è un grande risultato per l’Italia. Ora mi riposerò e mi allenerò in vista della semifinale.

È importante per me rimanere la persona che sono. Un successo non cambierà la mia essenza. Sono un ragazzo normale che ama fare cose semplici. Spero di rimanere numero uno il più a lungo possibile, ma non mi metto pressione: se sarò numero 2 o 3, andrà bene lo stesso”.

Desktop only