Sinner il magnifico gentiluomo del tennis

Sinner il magnifico gentiluomo del tennis

Londra ( P.B.O) Sinner trionfa a Miami e sale al numero due del mondo. Si potrebbe finire qui con le parole, aggiungere solo il mito é passato a leggenda e la leggenda alla storia.

Ma tutti noi siamo portati a commentare con fiumi di parole, le straordinarie imprese di questo giovane altatesino, che per caso un giorno ha deciso di giocare a tennis, a lui che il tennis inizialmente non piaceva molto.

Sará che dobbiamo sugellare una grande vittoria, sará che siamo italiani e quindi orgogliosi di italiani che vincono, sopratutto giovani, oppure semplicemente, dobbiamo scrivere, per dare merito giusto, e le parole giuste a questo fenomeno della natura, che é Sinner. Per omaggiarlo e dirgli grazie per le emozioni, grazie per quei dritti precisi, assurdi che anche una come leggenda Serena Williams ti invidia.

Oppure, come in questo caro oltre a commentre il risultato sportivo, vogliamo u sottolineare, il risultato umano, di quella leone di umanitá di educazione che Sinner ci fa vedere ogni volta che scende in campo, roba rara al mondo di oggi.

Ci sono stati tanti altri campioni italiani che sono diventati icone dello sport, ma spesso con caratteri spigolosi, con arie consapevoli di grandi star, mentre Sinner, é un ragazzo semplice, tranquillo, mai un grido in campo, mai una emozione sul viso di stanchezza o di sforzo, una macchina di sentimenti perfetta e di una professionalitá sul campo mai visti prima, e non sono l’unico a dirlo o a scriverlo, perché é cosí e basta!

Ha vinto 25 degli ultimi 26 match. Ha vinti 42 degli ultimi 45 match. Ha vinto 3 titoli su 4 giocati nel 2024. Ha vinto il suo 1° SLAM Ha vinto il suo 2° Masters 1000. Ogni volta che scende in campo, fa la storia del nostro tennis.

In ogni partita Sinner, insegna a tutti noi, che l’umilitá é la vera forza, che l’essere educati é una dote dei grandi campioni, che un dritto forte, non é mai paragonabile ad un gesto elegante di umiltá.

Che allenarsi duramente, alla fine ripaga, fare i sacrifici cosa molto, ma alla fine valgono piú di ogni altra parola detta. Fatti non cazzate, questa é l’insegnamento di Sinner, un’insegnamento semplice e cosí complesso per chi oggi guarda piú alla forma che alla sostanza.

Il giovane talento italiano Jannik Sinner ha conquistato un altro importante traguardo nella sua crescente carriera tennistica, aggiudicandosi la vittoria nell’ATP Masters 1000 di Miami. Questo successo non solo gli ha garantito il primo titolo in un torneo di questa categoria, ma lo ha anche proiettato alla posizione numero due nel ranking mondiale ATP, un traguardo straordinario per un giocatore così giovane.

La vittoria di Sinner a Miami è stata una dimostrazione straordinaria delle sue abilità tennistiche e della sua maturità mentale sul campo. Il giocatore italiano, classe 2001, ha mostrato una combinazione unica di potenza, precisione e intelligenza tattica, sconfiggendo avversari di calibro mondiale con un gioco aggressivo e sorprendente.

Ringrazio il mio team, abbiamo lavorato tanto e questa è la via per crescere e migliorare. Questi risultati è bellissimo condividerli con le persone con cui lavoro e con tutti quelli che mi seguono e che stanno imparando a conoscermi. Sto cercando di ripagare l’affetto che sento mi viene donato, Questo è un grande torneo, uno dei più importanti al mondo, lo avevo sfiorato già due volte, fifinalmente ce l’ho fatta a vincere qui a Miami”.

Ma cosa deve fare Jannik Sinner per diventare il numero uno del mondo?

Attenzione, perché diventare numero uno non é poi cosí difficile e impossibile come uno puó pensare, basta superare altri tornei, come il Roland Garros, e Sinner potrebbe avere un grande nemico: la terra rossa, dove il gioco si fa duro e diverso dal solito gioco su asfalto.

Analiziamo quindi alcune cose che Sinner deve tenere in conto per arrivare ad essere il numero uno al mondo:

L’azzurro deve difendere soltanto 585 punti dello scorso anno a fronte dei 2315 del serbo che al termine del Roland Garros potrebbe vedersi sorpassato dall’azzurro

  1. Consistenza nei tornei ll Roland Garros: Sebbene Sinner abbia dimostrato la sua abilità nel circuito ATP, per raggiungere la vetta del ranking mondiale dovrà dimostrare la sua capacità di performare costantemente nei tornei del Grande Slam. L’abilità di vincere titoli major è fondamentale per consolidare la propria posizione come numero uno.
  2. Miglioramento della resistenza fisica e mentale: Il tennis è uno sport estremamente impegnativo sia fisicamente che mentalmente. Sviluppare una resistenza superiore rispetto agli avversari e una mentalità vincente in situazioni di pressione, e stabilitá su terra, diventano indispensabili nel suo percorso verso la vetta del ranking: Lo swing sul rosso è sempre stato quello più complicato per l`azzurro, ma la fiducia dimostrata in questi mesi lo rende ottimista: “Rispetto allo scorso anno sono un giocatore più completo – spiega – i movimenti sono totalmente diversi e generalmente c’è poco tempo per adattarsi. Ma questa volta mi sento molto più pronto, fisicamente mi sento molto più forte e sulla terra questo aspetto è fondamentale”, dice Sinner, in una intervista.
  3. Diversificazione del gioco: Anche se il suo stile di gioco attuale è impressionante, diversificare il proprio repertorio tattico può essere vantaggioso per affrontare una varietà di avversari e situazioni di gioco. Sviluppare nuovi colpi e strategie può rendere il gioco di Sinner ancora più imprevedibile e difficile da contrastare.

Con il talento e la determinazione che ha dimostrato finora, Jannik Sinner ha tutte le carte in regola per aspirare alla vetta del ranking mondiale ATP. Il futuro del tennis italiano è luminoso, e Sinner è senza dubbio uno dei protagonisti di questa emozionante epoca nel mondo dello sport.

Desktop only