Re Carlo III dobbiamo risparmiare tutti. Al palazzo acqua fredda e luci spente

LondonONEradio Re Carlo III ambientalista

Londra (P.B.O) Re Carlo III lo sanno tutti é un noto e vonvinto ambientalista, e da sempre (dal 1970) a cercato di fare di tutto per insegnare ai figli e alle persone di risparmiare su tutto per il bene del pianeta.

Da quando é RE ha voluto sapere tutti i costi dei castelli e dei palazza reali e dei sudditi:

ed é rimasto sconvolto dalla cifra record delle bollette dello scorso anno. Per luce e gas dei palazzi reali i contribuenti spendono 3,7 milioni di euro. Il Re ha intenzione di ridimensionare la cifra e portare le bollette del 2023 a una soglia più bassa.

Sará proprio Lui ad iniziare ( anzi a continuare in maniera piú incisiva) il risparmio energetico a corte, ha imposto regole rigide:

Spengere le luci nelle ore diurne, e spengere le luci di tutte le stanze la sera, usanza che aveva introdotto sua madre la Regina Elisabetta II. Ora Re carlo, fará controllare ( e in parte lo fará anche lui in persona) che le luci siano spente ogni volta che si lascia una stanza.

Uso pannelli solari, un modo che sovrano vuole assolutamente mettere in atto é l’istallazione dei pannelli solari ovunque nei castelli.  Infatti, nella sua residenza ufficiale di Clarence House e nella tenuta di campagna nel Gloucestershire, Highgrove House, il sovrano ha già fatto installare un impianto fotovoltaico.

La piscina di corte, é troppo spreco di energia, Carlo riduce il riscaldamento dell’Acqua e anche nei bagni, invita ad usare aqua fredda.

Insomma il regno di Carlo III inizia all’insegna dell’ecologia, risparmio energetico, ed é proprio lui a dare l’esempio a tutta la nazione.

Indiscrezione di corte dicono che queste restrizioni sono solo l’inizio, e Re Carlo III potrebbe anche far intervenire il Governo in tal senso, per far estendere le restrizioni a tutti i suoi suddidi.

“Dopo miliardi di anni di evoluzione, la natura è la nostra migliore maestra. Il ripristino del capitale naturale, l’accelerazione delle soluzioni basate sulla natura e lo sfruttamento della bioeconomia circolare saranno fondamentali per i nostri sforzi”. furono le parole Carlo III a novembre ai leader mondiali riuniti a Glasgow per la Cop 26

 Il governo inglese vuole che entro il 2050 il Regno Unito diventi un Paese a emissioni zero e Carlo vuole essere il primo a mettersi in regola!

Desktop only