RAI: una grande fiction per raccontare una grande donna “Margherita delle stelle”( e il ricordo della nostra intervista alla scienziata)

LondonONE radio fiction margherita hack con intervista nostra

Londra (P.B.O) Uno Scienziato ribelle. Una donna che ha dovuto lottare per imporsi in un mondo maschilista ( scientifico). Una donna cresciuta sotto il regime fascista.

La Rai, in una splendida fiction, racconta Il ritratto di Margherita Hack: “Margherita delle stelle”, di Giulio Base con Cristiana Capotondi: il 5 marzo su Rai 1, Visibile in UK con la piattaforma il Globo TV la vera tv italiana per gli italiani all’estero!.

Da bambina autonoma a ragazza anticonformista, fino a diventare la prima donna a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste.

( Nel giugno 2007 il nostro editore ebbe modo di passare un pomeriggio con la grande scienziata a casa sua a Firenze ecco l’estratto di quell’intervista ; [intervista Margherita Hack ] Italoeuropeo

Un ritratto intimo ed emozionante di una donna che è stata, oltre che una grande astrofisica, un vero modello di emancipazione, curiosità e autenticità. “

Liberamente ispirata al libro “Nove vite come i gatti” di Margherita Hack e Federico Taddia, la sceneggiatura di Monica Zapelli è un coming of age che ha per protagonista Cristiana Capotondi e racconta volutamente gli anni meno noti di Margherita Hack, partendo da infanzia e adolescenza, caratterizzate da genitori anticonformisti che hanno saputo insegnare a Margherita la libertà di scegliere, portandola a rompere gli schemi imposti dalla società, primi fra tutti quelli dell’ideologia fascista.

Ne emerge una donna che non si è mai piegata a compromessi e che ha scelto per se stessa, costruendosi una realtà che la rappresentasse davvero: a partire dal modo di vestire, così lontano dalle regole del tempo, fino al matrimonio tanto felice quanto non convenzionale.

“Abbiamo cercato – dice Giulio Base – di dare tutto il possibile affinché la meravigliosa epopea della professoressa Hack potesse emozionare nonché insegnare qualcosa al pubblico televisivo.

Di sicuro da parte mia ho imparato ad amarla: proprio grazie a lei ho avuto una buona scusa per approfondire le prime basi dell’astrofisica e innamorarmi delle stelle, fra le quali senz’altro brilla oggi anche quella di Margherita”.


“Margherita delle stelle” è quindi un tributo a una figura nota in tutto il mondo per l’enorme apporto alla scienza, ma anche una storia di empowerment femminile perseguito con tenacia da una donna che non si è mai posta l’obiettivo di andare controcorrente, ma ha sempre fatto tutto con profonda leggerezza e libertà. 

Desktop only