Quale é stato il contributo della musica italiana in Gran Bretagna dal 1960 fino al 2023?

LonQuale é stato il contributo della musica italiana in Gran Bretagna dal 1960 fino al 2023? doONE radio

L’influenza della musica italiana in Gran Bretagna è stata notevole sin dagli anni ’60, quando alcuni artisti italiani hanno iniziato a lasciare un’impronta duratura sulla scena musicale britannica. Da allora, la musica italiana ha continuato a lasciare il segno attraverso una varietà di generi musicali, artisti e stili. In questo articolo, esploreremo il contributo della musica italiana in Gran Bretagna dalla metà del XX secolo fino al 2023.

Gli Anni ’60: Il Boom dell’Italia

Negli anni ’60, l’Italia stava vivendo un periodo di crescita economica noto come “Il boom economico”. Questo periodo di prosperità ha portato ad un aumento dell’interesse per la cultura italiana, inclusa la musica. Durante questo periodo, molti cantanti italiani hanno iniziato a varcare i confini nazionali, tra cui Domenico Modugno, che è noto per il brano “Nel blu dipinto di blu,” meglio noto come “Volare,” che ha raggiunto la posizione numero uno nella classifica dei singoli del Regno Unito nel 1958.

Gli Anni ’70: Il Pop Italiano

Gli anni ’70 hanno visto una proliferazione di cantanti italiani di musica leggera e pop che hanno trovato un pubblico in Gran Bretagna. Un esempio notevole è Mina, una delle voci più iconiche della musica italiana, che ha guadagnato un seguito internazionale grazie a brani come “Parole Parole.” Altri artisti pop italiani come Adriano Celentano e Toto Cutugno hanno anche iniziato a farsi conoscere nel Regno Unito in questo periodo.

Gli Anni ’80: La Popolarità del Pop elettronico italiano

Negli anni ’80, la musica elettronica italiana ha cominciato a guadagnare popolarità in Gran Bretagna. Artisti come Giorgio Moroder e Gazebo hanno creato brani dance-pop che sono diventati successi nelle discoteche britanniche. In particolare, la canzone “I Like Chopin” di Gazebo è stata un grande successo nel Regno Unito nel 1983.

Gli Anni ’90: Il Boom del Pop Latino

Negli anni ’90, il pop latino ha conquistato il mondo della musica e questo ha aperto le porte per gli artisti italiani. Eros Ramazzotti e Laura Pausini sono diventati noti in Gran Bretagna con le loro ballate romantiche. La canzone “Baila (Sexy Thing)” di Zucchero, una miscela di pop latino e rock, è stata un successo in Gran Bretagna nel 2001.

Gli Anni 2000: L’ascesa di Laura Pausini

Laura Pausini ha continuato a consolidare la sua fama nel Regno Unito negli anni 2000. Il suo album “From the Inside” ha raggiunto la top 10 della classifica degli album britannica nel 2002, dimostrando il suo appeal internazionale. Altri artisti italiani come Tiziano Ferro e Nek hanno avuto un seguito crescente tra il pubblico britannico in questo decennio.

LondonONE radio ha fatto una statistica scavando nel passato fino ai giorni d’oggi, andando a scavare nelle classifiche britanniche, e radio. Abbiamo riassunto di seguito alcuni nomi di artisti italiani che si sono distinti e hanno portato un forte contributo in Gran Bretagna:

Tra gli artisti italiani piu ascoltati, London ONE radio è riuscita a stilizzare una top 10Maneskin (22.1%), Zucchero (14.1%), Laura Pausini (11.6%), Vasco Rossi (11.1%), Eros Ramazzotti (10.6%), Lucio Dalla (6%), Elisa (5.5%), Mahmood (4.5%), Gianna Nannini (4%), Pino Daniele (2.5%).

Dal grafico possiamo anche capire la fascia d’età e luogo di provenienza del nostro campione:

Londonone radio sky

Gli artisti italiani di maggior successo in Gran Bretagna nel corso degli anni rappresentano una varietà di generi musicali e stili. Questi artisti hanno lasciato un’impronta indelebile sulla scena musicale britannica dal 1960 al 2023. Ecco una lista di alcuni dei più significativi:

1. Domenico Modugno (Anni ’50/’60)

Domenico Modugno è noto per il suo brano iconico “Nel blu dipinto di blu,” comunemente conosciuto come “Volare.” La canzone ha raggiunto la posizione numero uno nella classifica dei singoli del Regno Unito nel 1958, contribuendo a introdurre la musica italiana al pubblico britannico.

2. Mina (Anni ’60/’70)

Mina è una delle artiste italiane più celebri e ha ottenuto il successo internazionale negli anni ’60 e ’70. Canzoni come “Parole Parole” e “Amor Mio” hanno raggiunto il Regno Unito, consolidando la sua reputazione come una delle voci più iconiche d’Italia.

3. Zucchero (Anni ’90/2000)

Zucchero, il cui nome completo è Adelmo Fornaciari, ha portato la sua miscela di pop latino e rock in Gran Bretagna con canzoni come “Baila (Sexy Thing),” che è diventata un successo nel 2001.

4. Eros Ramazzotti (Anni ’90/2000)

Eros Ramazzotti è noto per le sue emotive ballate romantiche. Brani come “Cose della Vita” e “I Belong to You” in collaborazione con Anastacia hanno ottenuto una notevole popolarità in Gran Bretagna.

5. Laura Pausini (Anni 2000)

Laura Pausini ha guadagnato riconoscimento internazionale nei primi anni 2000 con l’album “From the Inside,” che ha raggiunto la top 10 della classifica degli album britannica. Il suo talento vocale e le sue canzoni melodiche hanno continuato a trovare seguaci in Gran Bretagna.

6. Il Volo (Anni 2010)

Il trio vocale Il Volo ha portato la sua interpretazione lirica della musica pop in Gran Bretagna con brani come “Grande Amore.” Hanno ottenuto una notevole attenzione per la loro partecipazione all’Eurovision Song Contest nel 2015.

7. Måneskin (Anni 2020/2021)

I Måneskin hanno fatto storia vincendo l’Eurovision Song Contest nel 2021 con il loro brano “Zitti e Buoni.” La band è stata ben accolta anche in Gran Bretagna, con il loro album “Teatro d’Ira – Vol. I” che ha raggiunto le classifiche britanniche.

8. Dua Lipa (Anni 2020)

Dua Lipa, con radici albanesi ma nata a Londra, è un esempio di artista di origine italiana che ha ottenuto un successo straordinario in Gran Bretagna. Il suo album “Future Nostalgia” è stato un grande successo nel Regno Unito, guadagnando premi prestigiosi come il Grammy Award.

Negli ultimi tre anni sono venuti a Londra a fare concerti molti altri artisti italiani, Ligabue, Mario Biondi, Elisa, Lazza, Sfera e basta, Renato Zero, e tanti altri che sicuramente hanno contribuito a diffondere la musica italiana in UK lasciando un sengno indelebile in UK.

Ma vediamo come lo streaming ha aiutato la difussione della musica in UK e nel mondo.

Gli Anni 2010: L’era dello Streaming

Con l’avvento dei servizi di streaming musicale come Spotify e Apple Music, è diventato più facile per gli artisti italiani raggiungere un pubblico globale, compreso il Regno Unito. La musica italiana contemporanea ha continuato a farsi strada nelle playlist di tutto il mondo. Il fenomeno della “trap italiana” con artisti come Sfera Ebbasta e Salmo ha iniziato a ottenere visibilità anche oltre i confini italiani.

Dal 2020 al 2023: Nuove Voci Italiane

Nel 2020, la cantante italiana Dua Lipa, con radici albanesi, ha raggiunto la fama internazionale e ha vinto numerosi premi, tra cui il Grammy Award. Il suo album “Future Nostalgia” è stato un successo in tutto il mondo, inclusa la Gran Bretagna, dimostrando il potere dell’influenza italiana nella musica contemporanea.

Nel 2021, il brano “Zitti e Buoni” dei Måneskin ha vinto l’Eurovision Song Contest, portando la musica italiana al centro dell’attenzione europea. La band è stata ben accolta anche in Gran Bretagna, con il loro album “Teatro d’Ira – Vol. I” che ha raggiunto le classifiche britanniche.

In Scozia cambia il trend, abbiamo registrato di ragazzi tra i 14-25 anni 21.7% la fascia di  adulti 25-55 anni 34.6% con un Nordi Irlanda con una percentuale molto bassa,  circa 0.9 % ma va considerata anche la % inferiore di italiani che sono in quella zona risptto all’Inghilterra.

Londonone radio sky

Interessante sapere che nonostante si parli di musica italiana, il suo ascolto  resta comunque elevata, anche tra gli inglesi.

Negli ultimi anni, la musica italiana ha raggiunto un notevole successo in Regno Unito e nel resto del mondo. A dichiararlo è stato Gennaro Castaldo, Director of Communication della British Phonographic industry in una intervita a London ONE Radio.

Londonone radio sky

La musica italiana ha lasciato un segno indelebile sulla scena musicale britannica dal 1960 fino al 2023. Dai classici del passato ai successi contemporanei, gli artisti italiani hanno costantemente attratto il pubblico britannico attraverso una varietà di generi musicali. Con l’accesso sempre più facile alla musica italiana grazie allo streaming, è probabile che l’influenza musicale italiana in Gran Bretagna continuerà a crescere nei prossimi anni.

Desktop only