L’ Ambasciata e Eni: convegno dedicato sulle sfide che Italia e Regno Unito dovranno affrontare per l’obiettivo, Net Zero nel 2050

London – L’Ambasciata d’Italia a Londra, in collaborazione con Eni, ha ospitato un panel su “Decarbonising hard-to-abate sectors: UK and Italy perspectives”. Entrambi i Paesi stanno cercando di ridurre le emissioni di carbonio da settori difficili da decarbonizzare come cemento e chimica, essenziali per raggiungere l’obiettivo Net Zero entro il 2050.

Il carbon capture and storage (CCS) è considerato una tecnologia matura per ridurre le emissioni, ma ci sono ancora sfide da affrontare. Il Regno Unito sostiene il CCS come soluzione per decarbonizzare i settori difficili.

La collaborazione tra Regno Unito e Italia in progetti CCS è già in corso, con il coinvolgimento di Eni. Durante l’evento, esperti discuteranno delle sfide dei settori difficili e del potenziale del CCS, con particolare riferimento alla collaborazione UK-Italia.

Lapo Pistelli, Public Affairs Director, Eni

La partecipazione di Eni riflette il suo impegno per la neutralità carbonica entro il 2050 e il suo ruolo strategico nella transizione energetica.

Eni sta anche investendo in soluzioni rinnovabili e di riduzione delle emissioni sia in Italia che nel Regno Unito.

Lapo Pistelli, Public Affairs Director, Eni

noltre, Eni sta sviluppando progetti di trasporto, cattura e stoccaggio di CO2 nell’ambito del consorzio HyNet North West, trasformando distretti industriali ad alta intensità energetica in cluster industriali a basse emissioni di carbonio. Inoltre, Eni sta esplorando soluzioni tecnologiche nel campo dell’energia a fusione a confinamento magnetico e tecnologie correlate nel Regno Unito.

Desktop only